Immagine che contiene testo, luceDescrizione generata automaticamente

 

Secondo l'ANVUR, La Terza Missione è

"...l'apertura verso il contesto socio-economico mediante la valorizzazione e il trasferimento delle conoscenze, che include oltre alle attività di valorizzazione economica della ricerca, anche iniziative dal valore socio-culturale ed educativo...".

 

Immagine che contiene testo, bigliettodavisitaDescrizione generata automaticamente

 

La Terza Missione è parte della missione istituzionale dell'Università

Con la Terza Missione, l'Università:

  1. non si limita ad insegnare e fare ricerca, ma crea un fermento culturale e innovativo che può fornire nuove idee, nuovi network, nuovi collegamenti col territorio in relazione alle sue vocazioni, e generare impatto e trasformare le vocazioni in competenze riconosciute a livello internazionale
  2. rafforza la vicinanza al tessuto sociale, intensificando le relazioni con le comunità e la prossimità al tessuto imprenditoriale
  3. contribuisce ai processi di co-creazione di valore, sviluppando le idee che conseguono mutui benefici per la comunità

     

I valori etici, culturali, di crescita sociale e di sviluppo civile che l'Università è in grado di determinare sono legati alla creazione di valore non più per ma con la comunità.

 

I campi di Azione della Terza Missione

Le azioni di TM sono riferite a interventi il cui impatto sia verificabile nei seguenti campi d'azione:

  • Valorizzazione della proprietà intellettuale o industriale
  • Imprenditorialità accademica (es. spin off, start-up)
  • Strutture di intermediazione e trasferimento tecnologico
  • Produzione e gestione di beni artistici e culturali (es. poli museali, scavi archeologici, attività musicali, immobili e archivi storici, biblioteche e emeroteche storiche, teatri e impianti sportivi)
  • Sperimentazione clinica e iniziative di tutela della salute (es. trial clinici, studi su dispositivi medici, studi non interventistici, biobanche, empowerment dei pazienti, cliniche veterinarie, giornate informative e di prevenzione, campagne di screening e di sensibilizzazione)
  • Formazione permanente e didattica aperta (es. corsi di formazione continua, Educazione Continua in Medicina, MOOC)
  • Attività di Public Engagement (riconducibili a: i. Organizzazione di attività culturali di pubblica utilità: ii. Divulgazione scientifica; iii. Iniziative di coinvolgimento dei cittadini nella ricerca; iv. Attività di coinvolgimento e interazione con il mondo della scuola)
  • Produzione di beni pubblici di natura sociale, educativa e politiche per l'inclusione (es. formulazione di programmi di pubblico interesse, partecipazione a progetti di sviluppo urbano o valorizzazione del territorio e a iniziative di democrazia partecipativa, consensus conferences, citizen panel)
  • Strumenti innovativi a sostegno dell'Open Science
  • Attività collegate all'Agenda ONU 2030 e agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs)